Il Pensiero Di Stile Di Enzo E Carla

Corsi e scuole di maschi

Nell'area di euro, i supervisori nazionali e le banche centrali continueranno di essere gli attori chiave nell'inseguimento di soluzioni situate nel mercato di crisi. L'Eurosistema o il Comitato di Supervisione Bancario, diventerebbe naturalmente coinvolto ogni volta che la pertinenza della crisi l'ha richiesto.

Una rassicurazione chiara sulla capacità di funzionare quando veramente necessario deve essere sufficiente per i mercati. Infatti, può perfino essere consigliabile non spiegare nei dettagli in anticipo i dettagli procedurali e pratici di azioni di emergenza. Come Gerry Corrigan una volta disse, mantenere "l'ambiguità costruttiva" in queste questioni può aiutare a ridurre il pericolo morale associato con una rete di sicurezza. Non so di nessuna legge di banca centrale dentro cui il prestatore di funzione di ultima risorsa è esplicitamente definito.

L'introduzione dell'euro lascia azioni di direzione di crisi che coinvolgono i soldi di contribuenti praticamente non affettati. L'opzione di iniettare l'equità o altri fondi rimane disponibile per gli Stati membri, poiché queste operazioni non sono vietate dal Trattato. Tuttavia, la Commissione Europea sarà direttamente coinvolta in scrutamento e autorizzazione di tali azioni, poiché qualsiasi aiuto statale deve essere compatibile con la legislazione di competizione della Comunità. Questo è avvenuto, per esempio, nei casi di Banco di Napoli e Crydit.

2 La mia risposta a questa critica è tripla. Secondo me, la critica riflette una nozione di prestatore di operazioni di ultima risorsa che è in gran parte sorpassato; sottovaluta la capacità dell'Eurosistema di funzionare; e, finalmente, rappresenta una vista troppo meccanicistica di come una crisi è e deve essere, diretta praticamente.

2 La nozione del prestatore di una banca centrale di funzione di ultima risorsa retrodata più di 120 anni, al tempo di Bagehot. Questa nozione si riferisce a emergenza che presta a istituzioni che, sebbene solvente, soffrono un deflusso di liquidità rapido a causa di un crollo improvviso nella fiducia di depositanti, cioè una corsa bancaria classica. Una banca poteva esser esposta al panico di depositanti anche se il solvente a causa della quantità limitata di liquidità bancaria e un'asimmetria di informazioni tra i depositanti e la banca riguardo alla qualità dei beni di banca che non hanno un valore di mercato secondario.

Al giorno d'oggi e nelle nostre economie industriali, le corse possono succedere principalmente in libri di testo. Hanno poca pertinenza in realtà perché, da Bagehot, molti antidoti sono stati adottati: l'assicurazione dei depositi, la regolazione di adeguatezza di capitale e le grandi esposizioni, ha migliorato la compravendita di brevetti e di tecnologie e gli standard di vigilanza che tutti contribuiscono alla conservazione della fiducia di depositanti e minimizzano la minaccia di un contagio da debitore insolvente a istituzioni solventi.

Il trattamento di crisi di solvibilità non è dentro la competenza delle banche centrali nazionali, né quello degli ECB, sebbene le banche centrali nazionali siano probabilmente consultate, come sono stati nel passato.

In queste circostanze i vari accordi nazionali continuerebbero di rivolgersi, compreso quelli riguardo all'accesso di banche centrali alle informazioni confidenziali di supervisori. Com'è ben noto, tali accordi differiscono piuttosto da un paese all'altro.

Un caso meno improbabile è un deflusso rapido di debiti interbancari non assicurati. Comunque, poiché i contropartiti interdi banca sono molto meglio informati che depositanti, questo evento tipicamente ordinerebbe il mercato di avere un sospetto forte che la banca è veramente insolvente. Se un tal sospetto doveva essere infondato e non generalizzato, la larghezza e la profondità di mercato interbancario di oggi sono tali che altre istituzioni probabilmente sostituirebbero (forse con l'incoraggiamento delle autorità pubbliche come descritto sopra) di quelli che richiamano i loro fondi. Si deve annotare, a questo riguardo, che l'apparizione del mercato di soldi di euro solo abbassa il rischio di liquidità di banche, perché il numero di fonti possibili di fondi è adesso considerevolmente più grande che nel passato.